Continua la promozione del nostro carpooling.
Due giornate di lanci ci hanno viste protagoniste tra Parma e Reggio Emilia. Abbiamo rinnovato l’accordo con CUS Parma proponendo agli atleti un altro anno in carpooling per andare e tornare dalle palestre legate al CUS. I ragazzi, grazie ad UP2GO, potranno accumulare crediti e vincere abbigliamento firmato CUS ed ingressi nella struttura.
La novità di questa stagione è il lancio in Polveriera a Reggio Emilia. La Polveriera, un luogo di vita nel cuore di Reggio Emilia, un progetto, un’opportunità di rigenerare la città, un luogo di incontro e aggregazione, un laboratorio attivo di cultura sociale, dove trovano spazio etica, innovazione sociale, tempo e rispetto per la qualità della vita. Una realtà che sostiene sviluppo ed innovazione non poteva non dotarsi di uno strumento innovativo e funzionale come il Carpooling.

Speriamo che altre realtà decidano di adottare strumenti per promuovere una mobilità sempre più green e sostenibile!

Continua il ciclo di incontri per UP2GO: opportunità in cui portiamo la nostra testimonianza per creare maggiore consapevolezza e studiare, insieme ad altre realtà, soluzioni efficienti e semplici che riguardano tutti il settore della mobilità.

Con Unindustria abbiamo partecipato allo speed dating aziendale: l’occasione per conoscere in poco tempo tante realtà del nostro territorio. Pochi minuti per presentarci e tante occasioni di contatto. In poche ore abbiamo effettuato un elevato numero di incontri con altre realtà associate appartenenti a differenti categorie e con diverse esigenze. L’obiettivo era quello di agevolare il business creando nuove partnership e collaborazioni.

Subito dopo abbiamo partecipato al convegno di Assolombarda, che era dedicato alla presentazione del paper “Mobilità Sostenibile: soluzioni energetiche, tecnologie e opportunità di business”. Il documento ha l’obiettivo di offrire uno sguardo prospettico di breve e medio termine sui possibili sviluppi della mobilità rispetto alle soluzioni energetiche per il trasporto. Sono state analizzate le differenti esigenze che riguardano le mobilità “pulite” di trasporto per trovare soluzioni efficienti e green che si adattano alle comunità.

Tanti impegni per UP2GO nella settimana della Mobilità Sostenibile.

Abbiamo iniziato con la due giorni degli Stati Generali di Pesaro: “L’Italia Cambia Strada!“. Evento in cui abbiamo presentato il nostro strumento di condivisione viaggi casa-lavoro e proposto soluzioni reali al problema della mobilità, sostenendo la necessità di piani di comunicazione studiati ed efficienti che divulghino realmente il messaggio; inoltre vorremmo che venissero introdotti sgravi fiscali che possano incentivare tutte le aziende che decidono di adottare strumenti per la mobilità.
Subito dopo tappa a Bologna per il Mobility Village in piazza Maggiore: tante idee per una mobilità sempre più sostenibile. Successivamente siamo andate a Parma per partecipare al workshop sul Mobility Management.
Ci siamo spostate poi a Roma per due eventi importanti: prima nella sede della Regione Lazio con Legambiente, un’opportunità di incontro tra aziende che possa creare partnership interessanti; il secondo invece in Senato a Roma per analizzare insieme alla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile le dieci proposte per vincere la sfida della qualità dell’aria nelle città italiane: motivazioni, azioni e proposte politiche per risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico partendo anche dalla mobilità.
Infine siamo andate ad Arese per Smart City Now organizzato da Cluster Smart Cities e Communities Lombardia promosso da Innovability.

Tanti eventi e tante iniziative nella Settimana della Mobilità Sostenibile perché crediamo davvero che ormai sia necessario un cambio di passo che possa migliorare la qualità dell’aria e degli spostamenti urbani e non.

Ogni giorno 1.8 milioni di pendolari in Italia si recano al lavoro in auto. Di questi, solo uno su tre viaggia con almeno un compagno. Questo significa che quotidianamente vengono sprecati in media 3 posti passeggero per auto, che contribuiscono alla congestione stradale, all’occupazione di parcheggi e all’inquinamento atmosferico. E se si pensa che per il 90% della loro vita utile le automobili rimangono parcheggiate, le cifre iniziano a far pensare. Inoltre gli ultimi studi sulle previsioni demografiche condotti dalle Nazioni Unite, prospettano che entro il 2050, il 70% della popolazione mondiale vivrà in aree urbane.
Insomma, i numeri parlano chiaro: la questione della mobilità urbana si fa centrale, e la ricerca di nuove forme innovative e sostenibili è diventata ormai necessaria e al primo posto nell’agenda mondiale.
Tra la ricerca di soluzioni tecnologiche per la riduzione delle emissioni inquinanti e le politiche di incentivo verso forme di mobilità più sostenibili, si inseriscono anche una serie di iniziative dal basso che cavalcano l’onda della sharing economy, nuovo paradigma dell’economia che si basa sulla condivisione delle risorse non utilizzate.
È proprio da quest’idea che nasce infatti UP2GO, start-up che promuove il carpooling di breve distanza tra membri di una stessa comunità (azienda, ente, associazione…) grazie all’utilizzo di un’app dinamica e intuitiva. UP2GO rende facile e istantaneo lo sfruttamento dei posti passeggero vuoti, permettendo a persone che percorrono lo stesso tragitto di accordarsi in tempo reale e condividere passaggi in modo veloce, sicuro e piacevole. Alla base c’è la logica dell’ormai celebre BlaBlaCar; ma la sua particolarità è che si rivolge ad aziende e comunità quali scuole ed enti pubblici, che rappresentano i maggiori produttori di traffico quotidiano e urbano di breve distanza.
La missione di UP2GO è infatti cambiare il paradigma della mobilità urbana quotidiana rendendolo sostenibile e promuovendo la condivisione dell’auto nel tragitto casa-lavoro. L’app garantisce un elevato livello di sicurezza poiché possono chiedere/ricevere passaggi soltanto i membri della stessa comunità; è incentivante perché riconosce i più virtuosi con un sistema di crediti e premi; è inoltre amica dell’ambiente perché tiene sempre traccia di quanta CO2 è stata risparmiata grazie al viaggio condiviso.

 

Ogni giorno, 1.8 milioni di pendolari in Italia si recano al lavoro in auto. Di questi, solo uno su tre viaggia con almeno un compagno. Questo significa che quotidianamente vengono sprecati in media 3 posti passeggero per auto, che contribuiscono alla congestione stradale, all’occupazione di parcheggi e all’inquinamento atmosferico. E se si pensa che per il 90% della loro vita utile le automobili rimangono parcheggiate, le cifre iniziano a far pensare.
Inoltre gli ultimi studi sulle previsioni demografiche condotti dalle Nazioni Unite, prospettano che entro il 2050, il 70% della popolazione mondiale vivrà in aree urbane. Insomma, i numeri parlano chiaro: la questione della mobilità urbana si fa centrale, e la ricerca di nuove forme innovative e sostenibili è diventata ormai necessaria e al primo posto nell’agenda mondiale.
Tra le soluzioni possibili, c’è anche la Sharing Mobility ed è proprio da quest’idea che nasce UP2GO, start-up che promuove il carpooling di breve distanza tra membri di una stessa comunità (azienda, ente, associazione…) grazie all’utilizzo di un’app dinamica e intuitiva. L’app rende facile e istantaneo lo sfruttamento dei posti passeggero vuoti, permettendo a persone che percorrono lo stesso tragitto di accordarsi in tempo reale e condividere passaggi in modo veloce, sicuro e piacevole. La sua particolarità è che si rivolge ad aziende, scuole ed enti pubblici, che rappresentano i maggiori produttori di traffico quotidiano e urbano di breve distanza.

 

Gli articoli pubblicati:

IMPRESA MIA

GREEN STYLE

La sharing economy sta influenzando l’economia mondiale: secondo uno studio condotto da eMarketer – data agency statunitense molto quotata – a fine giugno 2017, la sharing economy è ancora un fenomeno in crescita e non accenna a smettere.
Dai dati analizzati emerge che nel 2017 si prevede che, negli Stati Uniti, saranno circa 55 milioni gli adulti (+18 anni) ad aver utilizzato dei servizi di sharing economy. Nei prossimi 4 anni, ci si attende una vera e propria esplosione.
L’economia della condivisione però non ha solo risvolti positivi. In Italia scarseggiano le leggi che dovrebbero regolare questa pratica e spesso non ci sono nemmeno gli incentivi necessari per stimolare le persona ad adottare comportamenti basati sulla condivisione.
Inizialmente questa pratica era in uso solo tra soggetti privati, ma ora anche le aziende hanno capito l’importanza della condivisione, e spingono i proprio dipendenti ad adottare tali pratiche. Il nostro Paese è restio alle novità, soprattutto quando vanno ad interferire o a sovvertire le impostazioni mentali ed economiche a cui siamo abituati. I mercati internazionali invece si dimostrano sempre pronti all’arrivo di questi cambiamenti che possono portare benefici alla propria popolazione.

Il mercato della sharing economy non si fermerà, ma continuerà a crescere e l’esigenza di cambiamento sarà sempre più forte. Per questo è necessario che lo stato si adegui a questa nuova linea di crescita e crei le leggi necessarie al suo sviluppo.

 

FONTE http://www.evehogroup.com/blog/sharing-economy/

Nell’ottica della necessità di una mobilità sempre più green e sostenibile, abbiamo deciso di partecipate al Primo Forum QualeMobilità di Legambiente.

Lunedì 29 maggio, a Milano, si è tenuto il primo “Osservatorio sulla Mobilità: il punto di vista degli italiani“. Tanti i temi discussi: dall’uso delle auto elettriche, ai comportamenti sostenibili fino alla sharing mobility. Come carpooling aziendale abbiamo prso parte all’iniziativa presentando il nostro progetto e spiegando quali sono, per noi, gli interventi necessari per modificare i comportamenti degli italiani e renderli più sostenibili.

Lunedì 5 giugno, invece siamo state ospiti a Bologna di Unipol Sai per raccontare la nostra esperienza e analizzare gli strumenti adottati da altre realtà per rispondere alla necessità di un cambio di mentalità relativo al settore trasporto.

Maggiori info su:

Forum QualeMobilità

Il carpooling di UP2GO ha partecipato alla terza edizione di STARTUP DAY UNIBO sabato 27 maggio a Palazzo Re Enzo di Bologna.

30 le nuove idee per i tavoli di lavoro, 30 i supporter e 12 le Startup Made in Bo, ossia quelle realtà già formate che hanno potuto presentarsi al pubblico. Durante la giornata sono state più di 10.000 le interazioni tra i partecipanti e non sono mancate le occasioni di confronto e crescita.

La novità nell’edizione del 2017 è stata la partecipazione delle startup del territorio che sono già attive sul mercato. Queste aziende si sono presentate al pubblico e hanno ricercato collaboratori. Tra le varie realtà selezionate c’era anche il nostro carpooling.

maggiori info su:

STARTUP DAY UNIBO

E’ ripartita l’iniziativa “CUS Parma viaggia con UP2GO”. In occasione della riapertura della stagione sportiva insieme con il carpooling di UP2GO abbiamo anche premiato i vincitori dello scorso anno.

Giovanni, Diletta, Sara, Candida e Stefano hanno raggiunto la quota di crediti necessaria per aggiudicarsi la felpa loggata CUS! Bravi a tutti i ragazzi che hanno raggiunto il traguardo e viaggiato in modo sostenibile.

Vi aspettiamo anche il prossimo anno per viaggiare insieme e vincere altri fantastici premi CUS!

STAY MOBILE, STAY UP2GO!