Primo Rapporto Nazionale 2016 “La Sharing Mobility in Italia”

Primo Rapporto Nazionale 2016 “La Sharing Mobility in Italia”

È stato pubblicato il Primo Rapporto Nazionale 2016 “La Sharing Mobility in Italia”. Il rapporto è arrivato dopo una lunga elaborazione e diversi incontri tra i componenti dell’Osservatorio, non solo in termini di dati trasmessi ma anche di esperienze e competenze tecniche.

L’Osservatorio Nazionale Sharing Mobility, lanciato nel settembre 2015, nasce da un’iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. L’obiettivo principale è quello di creare un tavolo di cooperazione tra le Istituzioni, gli operatori di mobilità condivisa e il mondo della ricerca, per approfondire lo stato dell’arte della Sharing Mobility Italiana e individuare le iniziative prioritarie per facilitarne la diffusione.

Il network dell’Osservatorio è composto da più di cinquanta membri e rappresenta una vera e propria Community attiva. Lo scorso novembre 2016 si è svolta la prima Conferenza Nazionale sulla Sharing Mobility in cui la nostra Irene Pipola ha enunciato i benefici del carpooling aziendale. Il fenomeno della Sharing mobility continua ad espandersi e rafforzare il proprio ruolo, rappresentando la vera novità nel panorama dei trasporti attuali.

Insieme ai provvedimenti per limitare e disincentivare l’uso del mezzo individuale, il cuore di tutte le politiche di mobilità sostenibile è rappresentato da sempre dall’obiettivo di modificare i comportamenti delle persone per indurli all’adozione di un tipo di mobilità più consapevole e sostenibile. Si stima che nei paesi Ocse si compiano in media circa 21 spostamenti settimanali pro capite ed una decina di questi vengono effettuati senza ricorrere alla propria auto, mentre l’altra metà degli spostamenti può essere effettuata con diverse modalità di trasporto. Tra i modelli più utilizzati c’è la condivisione di un veicolo individuale di proprietà e non, perché l’uso dei servizi di Sharing mobility spinge a consolidare la consapevolezza che il proprio mezzo di trasporto rappresenti un’opzione tra le altre, spesso “il mezzo di trasporto di ultima istanza”.

 

PER SAPERNE DI PIU’ http://osservatoriosharingmobility.it/

osservatorio-sharing-mobility

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *